lunedì 15 settembre 2014

l'Italia che non ti aspetti 3

La terza puntata del nostro piccolo tour della penisola, si snoda in Sardegna. Se volete, usando www.Easyholidays.it è possibile trovare una sistemazione adeguata, godervi un poco di estate e già che ci siete ammirare queste sculture imponenti, antecedenti alle armate dell'antico Egitto.


I Giganti di Monte Prama.


Solidi come rocce, sinistri come il monolite nero di Odissea nello spazio. I Giganti di Monte Prama sono un capolavoro di ambiguità e mistero che risale all'epoca nuragica, fra il VIII secolo a.C. e il IX. Rinvenuti accidentalmente in un campo abbandonato nella primavera del 1974, nella zona di Cabras, nella Sardegna arsa e rocciosa della costa occidentale, i monoliti, colossi di pietra alti oltre due metri, scolpiti nell'arenaria gessosa e morbida come il burro, sono rimasti nei magazzini del Museo archeologico di Cagliari per trent'anni in attesa di un degno restauro che riportasse i mille frammenti dispersi (comprese 15 teste dagli occhi ipnotici, 27 busti monumentali oltre ad arti e scudi massicci) alle loro forme originarie. Oggi, grazie agli ultimi fondi stanziati dal Ministero, i Giganti sono in parte ricomposti e allineati al Museo. Cinque arcieri, quattro guerrieri, sedici pugilatori, oltre tredici modelli di nuraghe, sembrano la risposta sarda all'esercito di terracotta dell'imperatore cinese Qin Shi Huang. Solo che qui, immersa nel sole e negli enigmi del bacino mediterraneo, la storia dei Kolossoi (come li chiamava l'archeologo Giovanni Lilliu) risale a un tempo ben più lontano e leggendario, a una storia di guerrieri arcaici, antecedenti persino ai kouroi della Grecia classica e alle armate dell'antico Egitto. Potenti!(dal blog di Chiara Gatti)

Nessun commento:

Posta un commento